Lettori fissi

sabato 21 gennaio 2012

A good book is a good friend – Se volete ridere...

Lo scorso anno ho letto entrambi i suoi libri.
E li ho trovati molto divertenti, il secondo forse anche più del primo.
L'autrice si chiama Laurie Notaro e il genere è quello della romanzo femminile, con una buona dose di risate e un tocco di cinismo, che fa ridere ancora di più.
I libri di cui sto parlando sono:
Il club delle poche ma buone
Immagine tratta dal web.
"Laurie ha quasi procurato un infarto a sua madre il giorno in cui, davanti al medico, si è accorta che l'alluce della figlia svettava nudo da un orripilante buco nei collant. Con quelle credenziali sua figlia non sarebbe mai entrata nella casta di reginette perfettine a cui lei vorrebbe tanto che assomigliasse. E di questo Laurie era molto fiera. Insieme alle sue amiche, lei componeva invece una casta alternativa, il circolo delle poche ma buone. D'altra parte, è a loro, e non alle rivali sempre in piega, che succedono le cose più divertenti. Un club selezionatissimo e assolutamente solidale di "ragazze idiote", troppo giuste per far parte del club di quelle "intelligenti". Così, con una buona dose di ironia e un forte senso dell'umorismo, Laurie racconta le sue avventure di ragazza maldestra ma in gamba. Tra fidanzati fannulloni e beoti, amnesie del giorno dopo, una madre che dispensa sentenze più di un giudice, colloqui di lavoro al limite dell'assurdo, cosmiche perdite di chiavi e disavventure di varia entità, a colpi di risate e di sarcasmo Laurie si fa strada nella giungla di tutte quelle ragazze magre, eleganti e dalle unghie sempre perfettamente laccate ma terribilmente noiose" (trama tratta da La Feltrinelli). 

E' il giorno del giudizio e non ho niente da mettere
Immagine tratta dal web.
“Avevo desiderato un bravo ragazzo per tutta la vita e quando finalmente ne avevo trovato uno, non avevo idea di cosa farmene. Mi chiamava quando diceva che mi avrebbe chiamata. Mi teneva la mano anche se gli altri ci guardavano. Aveva una macchina tutta sua che, per di più, andava. La sua ex ragazza viveva in un altro Stato e anche se al momento era incinta, il responsabile era un altro uomo. Una notte, dopo una serata di bisboccia, mi disse che mi amava e il giorno dopo non si rimangiò affatto quello che aveva detto. Come ci si comporta con un ragazzo così? Io non ne avevo idea. Tutto quello che riuscivo a fare era continuare ad aspettare che il Vero Ragazzo in lui venisse fuori, perché sapevo che quella vile creatura doveva aggirarsi da qualche parte lì dentro. Voglio dire, è innato. Questo, pensavo, era solo il più paziente e affettuoso sociopatico che avessi mai frequentato. Ero disorientata perché se lui era davvero un Bravo Ragazzo, il peso sulle mie spalle era insopportabile. Perché significava che dovevo tenermelo; se lo spaventavo, o lo facevo scappare non ne avrei mai trovato un altro come lui. Perciò mi trovavo ad affrontare una sfida incredibile.” E le vicissitudini di Laurie non sono ancora finite. Perché questo ragazzo perfetto, incurante dei suoi chili di troppo, del suo neo sotto il labbro, e di tutti difetti che lei ostenta appositamente, le chiede di sposarlo. È il panico. Laurie non si era mai immaginata in abito bianco, neanche da bambina, e ora deve scegliersi un vestito da sposa. Vero. Possibilmente prima della data della cerimonia. Alle prese con tulle e crinoline, ansia prematrimoniale e ricerca del lavoro, Laurie scopre cha la vita non diventa necessariamente più facile quando si cresce. Però diventa molto più divertente. (Trama tratta da La Feltrinnelli.)


Entrambi i libri sono strutturati come una serie di micro-racconti. Le vicende hanno per protagonista proprio la scrittrice, a cui ne capitano di ogni.
Se volete farvi due risate, leggendo qualcosa di leggero e non troppo impegnativo, avete trovato quello che fa per voi!

15 commenti:

  1. Io ho letto solo il primo!
    Hai perfettamente ragione, è davvero divertente! bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il secondo è piaciuto anche più del primo!
      Letture leggere e simpatiche! :)

      Elimina
  2. Ciao, ti abbiamo inserito nella lista di blog seguiti di The versatile blogger!
    http://biancanevemakeup.blogspot.com/2012/01/versatile-blogger.html?showComment=1327142557168#c9065379833814623483
    un bacione
    gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille Gaia!!!! :D :D
      Che dolci!!! Corro a vedere!!!! :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. *.* grazie, grazie grazie!!
      Corro a vedere!!! :D

      Elimina
  4. Ma lo sai che la trama mi piace un sacco??? mi sembrano davvero dei libri divertenti e piacevoli... io adoro la Kinsella proprio per le risate che mi fa fare mentre leggo!!! Grazie, perché post di questo genere sono ultra-graditi... al momento sono "impegnata" con un regalo da Tiffany, ma questi quì mi ispirano tantissimo! Un bacio Simo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te li consiglio cara Simo!! Poi mi farai sapere!
      Anche io adoro Sophie Kinsella!!!! Il suo è il prossimo libro sul mio comodino!
      Un regalo da Tiffany invece non mi è piaciuto molto, review in programma per sabato prossimo! :D

      Elimina
  5. il primo lo ho da un po' nel carrello di amazon :D
    aspetto il 31 che esce un cd che vorrei prendere, e poi faccio l'ordine anche con quel libro..! deve essere molto carino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquisto già pianificato allora!!
      Mi dirai se ti è piaciuto! E benvenuta!! :D

      Elimina
  6. hahaha sì volevo prenderlo ancora tempo fa, poi l'ho rimosso, ma mi è tornato in mente il nome dell'autrice perchè ho visto un libro nuovo settimana scorsa xD
    allora ho fatto una ricerchina, e beh, per sei euro posso anche prenderlo... :D

    RispondiElimina
  7. il secondo è lì che mi attende sul comodino... non appena finirà questo periodo incasinato voglio proprio leggerlo!!! :)

    RispondiElimina
  8. il primo ho provato a leggerlo ma non mi piace proprio...l'ho già iniziato due volte ma non mi prende proprio e poi lo lascio stare... >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il fatto che sia strutturato a micro-racconti non aiuta a farsi coinvolgere dalla storia... Peccato perché io l'ho trovato divertente! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...