Lettori fissi

sabato 28 settembre 2013

A good book is a good friend – “Inferno” di Dan Brown

Nonostante fossi rimasta delusa da “Il simbolo perduto”, in passato i libri di Dan Brown mi avevano sempre catturata e coinvolta. Quando, qualche mese fa, uscì “Inferno” sapevo che sarebbe stata una delle letture dell'estate 2013.
Ecco, non è proprio una lettura di spiaggia, viste le sue 522 pagine per 1,5 kg di libro, non proprio un tascabile insomma. Però una lettura piacevole, scorrevole e avvincente.
"Il profilo di Dante che ci guarda dalla copertina è il motore mobile di un thriller che di "infernale" ha molto. Il ritmo e poi il simbolismo acceso, e infine la complessità dei personaggi. Non è sorprendente che lo studioso di simbologia Robert Langdon sia un esperto di Dante. È naturale che al poeta fiorentino e alla visionarietà con cui tradusse la temperie della sua epoca tormentata il professore americano abbia dedicato studi e corsi universitari ad Harvard. È normale che a Firenze Robert Langdon sia di casa, che il David e piazza della Signoria, il giardino di Boboli e Palazzo Vecchio siano per lui uno sfondo familiare. Ma ora è tutto diverso, non c'è niente di normale. È un incubo e la sua conoscenza della città fin nei labirinti delle stradine, dei corridoi dei palazzi, dei passaggi segreti può aiutarlo a salvarsi la vita. Il Robert Langdon che si sveglia in una stanza d'ospedale, stordito, sedato, ferito alla testa, gli abiti insanguinati su una sedia, ricorda a stento il proprio nome, non capisce come sia arrivato a Firenze, chi abbia tentato di ucciderlo e perché i suoi inseguitori non sembrino affatto intenzionati a mollare il colpo. Barcollante, la mente invasa da apparizioni mostruose, il professore deve scappare. Aiutato solo dalla giovane dottoressa Sienna Brooks, soccorrevole, ma misteriosa come troppe persone e cose intorno a lui, deve scappare da tutti. Comincia una caccia all'uomo in cui schieramenti avversi si potrebbero ritrovare dalla stessa parte, in cui niente è quel che sembra." (Trama tratta da Ibs.it)

La trama è coinvolgente fin dai primi capitoli. Mai scontata e piena di colpi di scena, il libro cattura il lettore che è invogliato a non chiudere il romanzo fino alla fine. Il ritmo incalzante di scoperte e sorprese aiuta. Le location meravigliose anche. Come si intuisce dal titolo, il filo conduttore è la Divina Commedia di Dante, in particolare il suo Inferno.
Bella l'idea di collegare l'Inferno dantesco ai giorni nostri.
Vi avviso, questo libro mette due grandi voglie: leggere per bene la Divina Commedia (cosa che personalmente feci solo alle superiori) e vedere per bene Firenze. E non solo mette voglia di vedere anche altri posti, ma non vi svelo quali sono per non rovinarvi la sorpresa.
Insomma, un libro che invoglia anche a viaggiare e a leggere qualcos'altro non può che essere promosso. Ah, invoglia anche a scuriosare tra i vari riferimenti a musei, monumenti o opere d'arte, da leggere con un tablet o un computer a portata di mano per vedere concretamente quello di cui il libro parla.
Se avete voglia di un thriller storico, coinvolgente e appassionante non fatevi spaventare dal tomo, Inferno di Dan Brown potrebbe fare al caso vostro.
Voto: ****

20 commenti:

  1. Bellissimo questo libro! A me ha fatto seriamente riflettere sul problema del sovrappopolamento...al punto che non ho ritenuto così sbagliata la "soluzione" finale...pazzesco!

    RispondiElimina
  2. Lo sto leggendo! I libri di Dan Brown li ho letti tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non me ne sono persa nemmeno uno!

      Elimina
  3. Sono quasi arrivata alla fine Giulietta,trovo che questo sia un altro indiscusso successo di Dan Brown.. Ero rimasta anche io un po' delusa da "Il simbolo perduto" però questo "Inferno" ha fatto centro!
    Un bacione stella, buon fine settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno Sarina, con "Inferno" si è rifatto!!
      Un bacione bella e buona settimana!

      Elimina
  4. lo avevo visto in libreria...quasi quasi mi sono pentita di non averlo acquistato
    xoxo
    buon week end cara

    NEW POST!!!
    FOLLOW ME ON:
    The simple life of rich people blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bel romanzo, se ti ricapita di essere tentata di acquistarlo! :)

      Elimina
  5. Ho letto tutti i libri di Dan Brown ma non questo, non ancora. Non so se voglio farlo, forse il genere mi ha un po' stancato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti ha stancata in genere Dama posso dirti che non cambia rispetto agli altri, però l'intrigo mi è piaciuto più del precedente!

      Elimina
  6. ciaooo.. anche io ho tutti i libri di dan brown :) ho appena aperto anche un nuovo blog proprio dedicato ai libri, oltre al mio primo su moda e makeup ;) se ti va passa x un saluto :) smackkk

    RispondiElimina
  7. Anche a me il simbolo perduto non aveva entusiasmato, dovrei leggerlo questo!

    RispondiElimina
  8. io devo ancora iniziarlo, tuttavia gli altri mi sono piaciuti tutti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vedrai Violet che ti piacerà anche questo! :)

      Elimina
  9. In questa luuunga settimana il tuo blog mi era proprio mancato !! Questo libro è "In vendita" nella libreria della Silvana dunque appena avrò tempo sarà incluso anche da me nelle letture del momento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i tuoi commenti mi sono mancati! <3 Iniziavo a sospettare che mi snobbassi!! ;) E' in libreria anche a casa Casini, se dalla Silviana fosse impegnato! :)

      Elimina
  10. è un libro nella mia lista di quelli da leggere!
    Ti aspetto da me ….
    Nameless Fashion Blog
    Nameless Fashion Blog Facebook page

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...