Lettori fissi

sabato 21 dicembre 2013

A good book is a good friend – "Mancarsi" di Diego De Silva

Letto su consiglio di un'amica l'ho divorato.
Esco infatti da un periodo di scarse letture, un po' per il poco tempo, un po' per il fatto che in questo periodo ho letto libri poco coinvolgenti.
Mancarsi di Diego De Silva mi ha fatto tornare la voglia di leggere, di scoprire nuovi autori, di leggere racconti di qualità.
Irene vuole essere felice, e quando il suo matrimonio inizia a zoppicare denuncia il fallimento a suo marito e se ne va. Nicola è solo, confusamente addolorato dalla morte di una donna che aveva smesso di amare da tempo. Anche lui, come Irene, è mosso da un'assoluta urgenza di felicità. Anche lui vuole un amore e sa esattamente come vuole che sia fatto. Sarebbero destinati a una grande storia, se solo s'incontrassero una volta nel bistrot che frequentano entrambi. Se invece di passare ore a guardare fuori dalle finestre, si parlassero. E invece il caso vuole che ogni volta che Nicola arriva, Irene sia appena andata via. Soltanto alla fine, sulla soglia del locale, Irene e Nicola incroceranno i loro sguardi. E sarà allora che decideranno cosa fare di se stessi, nell'attimo imprevisto in cui la felicità finalmente abbocca: perché se lo lasci passare, quell'attimo, te ne vai con la curiosa ma lucida impressione d'esserti appena giocato la vita. (Trama tratta dal sito La Feltrinelli)

Pur essendo molto breve l'ho trovato davvero coinvolgente.
In poche pagine l'autore analizza in profondità i personaggi e il loro trascorso, per spiegare i comportamenti attuali. Mi piace anche il duplice significato del titolo: mancarsi nel senso che ci si sfiora senza incontrarsi e nel suo significato più profondo di sentire la mancanza di qualcuno, anche se non lo si conosce ancora. 
Un racconto piacevole che fa riflettere. 
Voto: ****

Avete mai letto nulla di questo autore? 

8 commenti:

  1. Grazie per la tua recensione ..ottimo quando un libro riesce a coinvolgerti :)

    RispondiElimina
  2. Alle volte la brevità di un libro racchiude una concentrazione emotiva molto forte, che spesso nei lunghi romanzi si perde. Questo ne è un esempio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole che hai scritto Foffy, veritiere! :)

      Elimina
  3. Visto che anch'io vorrei tornare a leggere di più me lo metto in lista! :)

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto propria venire voglia di leggerlo! Voglio assolutamente prenderlo! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...