Lettori fissi

sabato 8 marzo 2014

A good book is a good friend - “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale

Ho acquistato questo libro d'impulso, subito attratta dalla copertina e ancora di più dalla trama.
"Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare." (Trama tratta dal sito La Feltrinelli).

L'ho letto poco prima della fine dell'anno e l'ho trovato il libro perfetto al momento perfetto. 
Il periodo delle feste è spesso, per me, malinconico. Sarà tutto quel tirare le somme dell'anno passato, di quello che è stato e di quello che non è stato, di quello che si è guadagnato e di quello che si è perso per strada.
Leggere di Chiara e del suo esperimento dei dieci minuti fa capire che basta poco per cambiare, basta solo la volontà di farlo: sperimentando cose nuove ogni giorno si esce da quella chiusura mentale che spesso ci preclude esperienze positive e belle.
Davvero consigliato!
Voto: ****

Vi lascio con alcune citazioni tratte dal libro che mi hanno colpita particolarmente:

"Le va di fare un gioco?

Per un mese a partire da subito, per dieci minuti al giorno, faccia una cosa che non ha mai fatto.
Una qualunque.
Basta che non l'abbia mai fatta."

"Si diventa così sordi, quando la paura di perdersi supera la voglia di trattenersi"

"A tutte le cose che gli altri fanno al posto nostro, per noi: dobbiamo essergliene grati?

Anche se quelle stesse persone, mentre ci sollevano da un'incombenza, ci tolgono la possibilità di un'esperienza. 
Colpa loro? A volte.
Colpa nostra? Sempre.
[...]
Quando fanno qualcosa per noi, gli altri ci consegnano o in realtà ci tolgono un'occasione? Chi lo sa.
Non lo sappiamo noi, che affidiamo quel qualcosa agli altri.
Non lo sanno gli altri, che fanno quel qualcosa per noi.
[...]
Perchè in effetti il meglio della vita sta in tutte le esperienze interessanti che ancora ci aspettano: con il gioco dei dieci minuti lo sto imparando."

"E se li mollassimo amore mio?
"Chi?"
"L'io e il tu. Se ci aprissimo al noi?"

"Quanto è assurda la vita quando non tocca a noi"

"Perchè nelle infinite semplificazioni con cui crediamo di metterci in salvo e dentro cui invece ci perdiamo, c'è una cosa, una soltanto, che non può venirci dietro, che non possiamo ingannare.

Questa cosa è il tempo.
Che è qualcosa di pochissimo, se siamo felici.
E' qualcosa di tantissimo, se siamo disperati.
Comunque sta lì.
Con una lunga, estenuante, miracolosa serie di dieci minuti a disposizione."

E con il racconto di speranza e di miglioramento personale di Chiara auguro a tutte voi buona festa della donna!

16 commenti:

  1. Mai letto la Gamberale, ma non sie la prima che ne parla bene, mi sa da lettura abbastanza leggera, mi sa che la tengo in considerazione per quest'estate! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hanno consigliato anche "Le luci nelle case degli altri", lo leggerò prossimamente perchè questo mi è piaciuto molto!

      Elimina
  2. E' un libro che mi fa gola da tanto tempo, anche perché non ho ancora mai letto nulla di questa autrice. Adesso mi hai fatto venire ancora di più la curiosità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto tanto Miki, se lo leggi fammi sapere!! :)

      Elimina
  3. Auguri Spendina! Il libro l'avevo visto in libreria e già mi incuriosiva, ora con la tua recensione mi hai fatto proprio venire voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
  4. Auguri a te Spendina! alcune frasi di questo libro capitano proprio a pennello in questo momento

    RispondiElimina
  5. Questo libro mi ha sempre incuriosita..in questo momento sto leggendo Fai bei sogni di Grimellini, lo conosci? sembra davvero bello.
    Buona Festa della donna anche a te ;-)

    http://pinkfreezeblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Gramellini ho letto solo "L'ultima riga delle favole", questo com'è? Lo metto in wishlist? :)

      Elimina
  6. ottima recensione!
    se vuoi fai un salto
    http://emmapru16.blogspot.it/2014/03/ce-ne-e-per-tutti-i-mesi-febbraio.html

    RispondiElimina
  7. l'ho iniziato proprio giovedì! sono fiduciosa, la trama e l'idea mi hanno ispirato molto :)
    augurissimi!!

    RispondiElimina
  8. sarebbe un bellissime esperimento da fare! chissà cosa farei io in quei 10 minuti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono chiesta anche io, credo che non sarebbe un esperimento facile, ma potrebbe aiutare a migliorarsi... è davvero una cosa da valutare! E infondo cosa sono 10 minuti?

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...