Lettori fissi

sabato 12 aprile 2014

A good book is a good friend - “La finestra rotta” di Jeffery Deaver

Jeffery Deaver è uno di quegli autori a cui ciclicamente torno. Dopo aver letto, ormai secoli fa, il suo “Il collezionista di ossa”, ogni volta che esce un romanzo con protagonisti Lincoln Rhyme e Amelia Sachs finisce diritto nella mia wishlist.
Recentemente ho letto “La finestra rotta”, uscito in Italia nel 2008.
Si, è rimasto per un bel pò nella famosa pila traballante di libri da leggere...
Fonte
"Alice Sanderson viene trovata morta nel suo appartamento di Manhattan, la gola recisa, il quadro più prestigioso della sua collezione scomparso. Gli indizi sulla scena del delitto conducono inequivocabilmente ad Arthur Rhyme, un uomo sposato che la vittima frequentava da poco. Ma non tutto, forse, è come sembra: nella catena di omicidi che da qualche mese insanguina New York, le tracce raccolte dagli inquirenti hanno l'evidenza delle prove schiaccianti, un'evidenza quasi sospetta. È Lincoln Rhyme, criminalista tetraplegico geniale e ribelle, a prendere in mano l'ultimo caso, per scagionare il cugino Arthur e ricomporre i frammenti di una sciarada impenetrabile e crudele come il delitto perfetto. Le sue ricerche lo portano a indagare su alcune società che raccolgono vertiginose quantità di dati sull'esistenza della gente comune. Per scoprire a sue spese che proprio nelle prove che inchiodano senza apparente rimedio i presunti colpevoli si cela l'unico indizio sull'identità di un killer che conosce ogni dettaglio delle vite degli altri. Con "La finestra rotta", Jeffery Deaver, che il Times ha definito "il più grande autore di thriller vivente", torna a mettere in scena uno dei personaggi più amati della narrativa americana di oggi: Lincoln Rhyme." (Trama tratta dal sito La Feltrinelli). 

Come ogni romanzo con protagonista Lincoln Rhyme l'ho trovato avvincente e interessante. La dinamica poi di un serial killer che ruba le identità altrui mi è sembrata estremamente attuale. (Visto anche nell'ottica del film Disconnect, di cui vi ho parlato qui). Il furto d'identità è uno dei problemi dell'epoca moderna, dove con estrema leggerezza si diffondono dati personali su internet. Il romanzo è ricco di colpi di scena, che non fanno mai annoiare il lettore.
Lo consiglio davvero a chi ama il genere.
Voto: *** e mezzo
   
Questo genere di libri - thriller/gialli - vi piacciono? Avete qualcosa da consigliarmi sul genere? 

2 commenti:

  1. Sai che adddddoro deaver, la finestra rotta l'ho letto e mi é piaciuto...ho recentemente riscoperto Lee Child , che avevo accantonato tempo fa, non che non mi piacesse,semplicemente ho letto altro....è bravo, ti consiglio "una ragione per morire". Besitos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matte ha letto diversi loro suoi, chissà se in casa abbiamo anche quello che mi consigli! Ci guardo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...