Lettori fissi

sabato 10 maggio 2014

A good book is a good friend - Divergent – Insurgent – Allegiant

Avete presente quando iniziate a leggere un libro – o una saga – e non riuscite a fare altro che leggere? E quando non potete leggere continuate a pensare alla storia e al libro?
Bene, questo è quello che mi è successo con Divergent e seguiti.
Avevo letto una bella recensione della meravigliosa Miki diverso tempo fa e visto che mi fido ciecamente dei suoi gusti l'ho messo subito in wishlist.
Poi, come spesso accade, è passato un sacco di tempo prima che mi decidessi a comprarlo e a leggerlo.
Forse è stato meglio così considerato che quando ho iniziato a leggerli io il terzo e ultimo volume, Allegiant, stava per arrivare in libreria, così ho potuto fare una bella full immersion.
Ed è stato amore!
Divergent
Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza... (Fonte)

Il parallelismo con un'altra saga famosa, Hunger Games, viene spontaneo ma in realtà Divergent racconta una storia e un mondo totalmente differenti. Un mondo dove le persone sono divise e categorizzate a seconda della loro qualità predominante.
Un mondo dove avere più propensioni contemporaneamente è considerato sbagliato e pericoloso.
Poi vabbè c'è Quattro e il racconto dell'approccio tra lui e Tris, l'evolversi del loro rapporto...
La storia cattura e coinvolge ad punto che io ho letto questo primo capitolo della saga praticamente tutto d'un fiato, cosa che non mi capitava da parecchio tempo.
Voto: 8 e mezzo
Insurgent
Fonte
Una scelta può cambiare il destino di una persona... o distruggerlo. Ma qualsiasi sia la scelta, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare le persone che ama e se stessa. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il suo ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, che si fa ogni giorno sempre più potente. (Fonte)

Secondo capitolo della saga, è un romanzo un po' di transizione.
Ci sono molti passaggi descrittivi e molti cambiamenti rispetto al primo volume ma il grado di coinvolgimento rimane, sopratutto nel finale. La parte centrale mi è parsa forse un po' tanto descrittiva ma comunque necessaria per raccontare l'evolversi della situazione.
Voto: 8
Allegiant
Fonte
La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il "sistema per fazioni" era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l'opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l'amore e il sacrificio. (Fonte)

Capitolo conclusivo della saga. 
Mi ci sono gettata a capofitto anche se poi ho rallentato la lettura, principalmente per due motivi:
- mi mette sempre un pò di tristezza terminare una saga che mi è piaciuta tanto.
- mi era stato detto, senza anticipazioni, che il finale sarebbe stato disarmante. 
La prima particolarità di Allegiant è che stavolta la storia è raccontata a due voci, ci sono capitoli narrati dal punto di vista di Tris e altri narrati dal punto di vista di Quattro. Quello che accade, così come la loro storia d'amore, mai stucchevole o banale, diviene così un racconto a tutto tondo, di cui il lettore coglie ogni sfumatura.
Il finale è quello che mi ha fatto un pò detestare l'autrice. 
Senza "un pò".
Dire che è disarmante è dire poco.
Preparate i fazzoletti. 
Voto: 8 (anche se un pò l'ho odiato)
   
Come avrete capito, se siete amanti del genere, non posso far altro che consigliarvi questa splendida saga! E se proprio mal digerite i libri potete sempre darvi alla versione cinematografica, il film tratto da Divergent, il primo capitolo della saga, è uscito di recente nelle sale, potete leggere la mia recensione nel post "2 blogger al cinema".

4 commenti:

  1. Io ho letto da poco la saga di Hunger Games, che mi è piaciuta veramente moltissimo. Appena ho sentito parlare di questi libri mi è venuto subito spontaneo un paragone, ma se dici che non sono simili mi fido. Ad ogni modo mi incuriosiscono davvero troppo per non leggerli! Presto li comprerò! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avendo appena letto Hunger Games ti verrà spontaneo fare qualche paragone, soprattutto all'inizio. A parte qualche parallelismo la storia però è differente. Non credo siano all'altezza degli Hunger Games ma a me sono piaciuti tanto comunque, li ho divorati!!

      Elimina
  2. E poi clicco sul link per vedere chi è questa "meravigliosa Miki" che ha recensito i libri... Mi freghi sempre! XD Grazie...
    Se penso ad Allegiant mi cadono le lacrime in automatico. Ancora non ci credo sia finito così... Maledetta Roth!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia stare guarda... A pensarci sono ancora sconvolta!!
      Maaaa chi volevi che fosse la "meravigliosa Miki"?!? Tu e solo tu!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...