Lettori fissi

lunedì 31 marzo 2014

Io non ti voglio tiiiiii pretendo - Nuxe

Dopo aver provato il loro meravigliosissimo profumo Prodigieux le parfum – la mia recensione è in arrivo ma se non lo avete ancora annusato... FATELO! - e alcuni prodotti della linea Nirvanesque (qui la mia review della crema Nirvanesque Light) posso dirvi con una certa sicurezza che io e il brand Nuxe andiamo molto d'accordo!
Con i loro prodotti mi sono fin'ora trovata molto bene per questo oggi canticchio per la linea Body.
In particolare non vi nascondo che mi fanno cantare a scquarcia gola ben quattro prodotti:
Gommage Corpo Fondente
Un esfoliante delicato dalla texture cremosa da usare sotto alla doccia.

sabato 29 marzo 2014

Si respira aria di... Cosmoprof!

Tra una settimana esatta sarò a Bologna, al Cosmoprof 2014.
Fonte
Dire che non vedo l'ora è riduttivo.
Un'immagine che mi rappresenta bene è questa:
Fonte
E' la stessa che ho usato l'anno scorso ma ancora mi rappresenta pienamente! 
In primis perchè finalmente potrò rivedere molte di voi.
Potrò incontrare alcune di voi per la prima volta.
Poi potrò perdermi e girovagare di nuovo per gli stand, con la faccia un po' incantata da tutte quelle meraviglie.
Fare qualche acquisto mirato.
E qualche acquisto matto.
Conoscere nuovi brand.
Distribuire qualche biglietto da visita del blog (si, quest'anno arrivo attrezzata, ma so già che mi vergognerò in un modo assurdo!).
Arrivo al Cosmoprof con il ricordo della giornata meravigliosa dello scorso anno, della stanchezza una volta tornata a casa, della pesantezza di borse stracolme portate tutto il giorno sulle spalle e del sorriso che non se ne voleva andare dal mio viso.
Arrivo al Cosmoprof con già un appuntamento per pranzo, quel pranzo che aspetto tutto l'anno con le mie “amiche del blog”.
Se questa settimana che manca non sembrerà lunghissima... sarà solo perchè ci sarete voi a farmi compagnia! ^.^

PS: ho letto diverse polemiche su facebook sulla gestione delle pubbliche relazioni tra addetti Cosmoprof e le blogger. Sinceramente io non ho pensato nemmeno per un secondo che il mio blog venisse preso in considerazione quindi ho acquistato il biglietto e amen. Non mi piace però per niente come sono state trattate le blogger: ritengo che se doveva esserci una politica di ingresso scontato/gratuito questa doveva essere applicata a tutte. Se esistevano dei criteri di scelta dovevano essere limpidi, scritti sul sito da qualche parte. Assegnare ingressi gratuiti o sconti così, come viene, è davvero poco professionale. E due paroline di ringraziamento, anzichè tante sbadilate di c***a, a chi GRATIS e solo per PASSIONE scrive di prodotti beauty, fiere e make-up con costanza ogni tanto non guasterebbero. 

venerdì 28 marzo 2014

(1095) Giorni insieme - Happy birthday my dear blog!! + 500!!!!

Oggi festeggiamo (1095) giorni insieme...
Mica noccioline eh!!! Un signor traguardo!! ^.^
Fonte
Il mio amato blog compie ben 3 anni e anche se non siamo stati insieme proprio proprio tutti i giorni lo siamo stati per la maggior parte.
Fonte
Se penso che sono già tre anni che dedico buona parte del mio tempo libero a questo meraviglioso passatempo quasi non ci credo. Mi sembra di aver deciso di aprirne uno giusto ieri, spinta dalla curiosità di dire la mia dopo aver passato gli anni precedenti a fare solo da lettrice...

giovedì 27 marzo 2014

I riesumati! 03/14

Anche Marzo se ne va a breve e anche questo mese ho avuto modo di “riscoprire” qualche prodotto vecchiotto che avevo un po' accantonato, i riesumati di marzo appunto.
Come il mese scorso vi presento quattro prodotti di makeup, questo perchè per quanto riguarda la skin care tendo quasi sempre a finire quello che ho aperto, lasciando in giro davvero pochi prodotti da riesumare.
I miei riesumati di marzo sono stati:
Barry M - Bold Waterproof Eyeliner in Gun Metal
Acquistata a Londra nel mio famoso viaggio di compleanno e una matita per occhi grigio scuro. Ed è una signora matita: tratto netto, durata impressionante. Perchè l'avevo accantonata non me lo ricordo proprio.
Ora che l'ho riesumata ne vorrei altre della stessa linea. Detto questo mi pare giusto iniziare a lavorare alla recensione.

mercoledì 26 marzo 2014

My Clarisonic experience!

Da quando ho ricevuto in regalo il Clarisonic, lo scorso Natale, non vedevo l'ora di parlarvene.
Non volevo però tediarvi con post settimanali o darvi delle opinioni errate, dettate da impressioni momentanee... ho dunque deciso di tenere una sorta di diario, che vi pubblico per intero oggi.
Se siete interessate vi consiglio di mettervi comode, sarà un post chilometrico. 
Oggi sono passati tre mesi esatti da quando ho iniziato ad utilizzare il mio Clarisonic Mia 2, un tempo sufficiente per essermi fatta un'idea più che valida e giustificata.
Prima di tutto, anche se non ce ne sarebbe affatto bisogno, ve lo presento!
My Clarisonic experience #1 – Cos'è il Clarisonic?
Il Clarisonic Mia 2 è un sistema per la pulizia della pelle del viso. Questo piccolo marchingegno deterge il viso con delicatezza grazie alla tecnologia ultrasonica: la sua spazzola compie infatti 300 microgiri al secondo andando a pulire la pelle, riducendo la dimensione dei pori e migliorando la luminosità dell'incarnato. 
E' in vendita in esclusiva presso Sephora, negli store o online, oppure sul sito Clarisonic e in Italia, al momento, esiste in tre diversi colori: rosa, peonia (fichissimo!!) e bianco. Io l'ho ricevuto bianco. Nonostante sia stato un regalo so che costa tanto, per la precisione 149,00€. 





martedì 25 marzo 2014

MUA – Eyeshadow Shade 24 Pearl

L'avete recentemente visto tra i "riesumati" di febbraio, questo ombretto della MUA – Makeup Accademy era venuto a casa con me da Londra nell'ormai lontano viaggetto del 2012, poi era, come per magia, finito nel dimenticatoio.
Il mese scorso l'ho riscoperto e ora lo sto usando frequentemente e mi pare si meriti una recenisone tutta sua.



Pro: scrivente, dura a lungo, ottimo prezzo, gamma di colori di tutto rispetto.
Prezzo: 1£ circa 1,20€
Voto: 8 e mezzo


Non sono una grande fan degli ombretti singoli – MAC esclusi – preferisco di gran lunga le palette o costruirmi palette personalizzate. Quando però a Londra trovai un espositore MUA, miraggio irrealizzabile in Italia, tra le altre cose decisi di provare anche un ombretto singolo, complice anche il costo quasi irrisorio, 1£.




lunedì 24 marzo 2014

Io non ti voglio tiiiiii pretendo – Formula X

In campo cosmetico pare che il mercato italiano abbia ingranato la quinta tra il 2013 e il 2014. In questo ultimo anno/anno e mezzo mi pare infatti che il panorama cosmetico italiano si stia aprendo a nuovi arrivi.
E mi viene anche da dire: finalmente!
Tra i nuovi arrivi del 2014 pare ci saranno anche loro, gli oggetti della canticchiata di oggi: gli smalti Formula X!
Fonte
Nonostante ne abbia a bizzeffe, gli smalti attirano sempre nuovi soldi sguardi e sono sempre molto incuriosita dal provare nuovi brand. 

sabato 22 marzo 2014

A good book is a good friend - “La vendetta veste Prada” di Lauren Weisberger

Mi sono entusiasmata per l'uscita di questo libro fin dai primi trafiletti che ipotizzavano un possibile seguito de Il diavolo veste Prada. Ricordo di aver letto qualcosa su un numero di Vanity Fair risalente forse a un paio di anni fa e da lì era già nata la voglia di leggerlo.
Questo perchè, nella sua leggerezza, avevo apprezzato davvero tanto Il diavolo veste Prada, sia nella versione cartacea che, forse ancora di più, nella sua versione cinematografica.
Appena è uscito quindi ho ignorato la “pila traballante di libri da leggere” e l'ho acquistato!
Sono passati otto anni da quando Andrea Sachs, Andy, si è licenziata dal lavoro per cui "milioni di ragazze ucciderebbero" come assistente di Miranda Priestley, guru della moda internazionale. La sua vita è cambiata molto negli ultimi anni, e del terribile periodo a "Runway" non le rimangono che qualche incubo notturno e l'incontrollabile terrore di partecipare a serate mondane in cui potrebbe incontrare lei, il diavolo in persona. Tutto il resto, però, va a gonfie vele: la rivista di successo che ha fondato con Emily, l'antica rivale ora migliore amica e socia, e il matrimonio imminente con uno degli scapoli più ambiti della Grande Mela. Ma in fondo al cuore Andy lo sa: nessuno volta le spalle a Miranda Priestley e sopravvive indenne. La vendetta non si farà attendere ancora per molto. (Trama tratta dal sito La Feltrinelli).

Ritroviamo tutti i protagonisti del primo romanzo ma in situazioni davvero differenti, cresciuti e cambiati, ma pur sempre loro.
Ritroviamo Andrea e Emily, con un rapporto totalmente diverso.
E Nigel. E Alex.
E ritroviamo la terribile Miranda Priestley.
Devo dire che la prima parte del libro mi è piaciuta molto più della seconda. Sarà che nella seconda.. va un po' tutto a rotoli. Non voglio svelarvi troppi particolari ma ho trovato questo romanzo un po' spiazzante: da un lato ho apprezzato che non fosse prevedibile, dall'altro mi ha un po' spazientita subire salti temporali non indifferenti che portavano la storia a cambiare anche drasticamente.
Nonostante questo non mi dispiacerebbe per niente vedere una trasposizione cinematografica anche de La vendetta veste Prada, anzi credo che potrebbe quasi essere più promettente del libro, se il cast del primo film rimanesse immutato.
Voto: *** e mezzo

venerdì 21 marzo 2014

Bounjour Bourjois!

Vi ho già raccontato vero che tra gennaio e marzo soffro spesso di picchi acutissimi di shopping on-line sfrenato?
E' una cosa che ho notato negli ultimi due/tre anni: ogni anno, regolarmente in questo periodo, mi prende una vera e propria febbre da “shopping on-line” che invece durante il resto dell'anno mi attanaglia molto meno.
Sarà dovuta all'acuirsi dell'inverno, il brutto tempo, si esce meno, poi piove...
Per fortuna Sfortunatamente non hanno ancora inventato un vaccino quindi è incurabile, per questo mi toccherà continuare a gestirla come meglio posso! XD
Quest'anno poi la febbre si è concentrata su un brand in particolare, stranissimo, sarà stato un ceppo di influenza da shopping on-line sfrenato geneticamente modificato... XD
Oggetto del mio desiderio e dei miei acquisti è stato il brand Bourjois!
Il fatto che non sia reperibile in Italia – ma che sia acquistabile in tanti siti generosi che fanno un sacco di sconti – mi fa sentire decisamente meno in colpa.
Ecco il mio bottino:
Dovete sapere che la malattia ha un periodo di incubazione lunghissimo per cui questo bottino è il risultato di tre acquisti diversi – si, da Asos hanno appeso una mia foto e ci tirano contro le freccette appena possono

giovedì 20 marzo 2014

Winter Favourites!

Oggi arriva la primavera e facciamo tutte * ciao, ciao* con la manina all'inverno:
Fonte
Per tirare un po' le somme cosmetiche della stagione invernale appena passata oggi vi mostro quali sono stati i miei 5 prodotti make-up preferiti e i miei 5 prodotti beauty.
(Si, mi sono ricordata dei preferiti anche questa volta, una pacca sulla spalla a me! ^.^)
Partiamo dai prodotti make-up, ecco i miei preferiti:
So'Bio Etic – BB Cream Perfecteur de teint - texture legere

Acquistata da poco tempo mi ha già conquistata. Io ho scelto la versione leggera, considerato che andiamo verso la bella stagione mi è sembrata la scelta migliore. Lasciatemela testare ancora un pò poi la recensione è assicurata. 

mercoledì 19 marzo 2014

Love at first try? – Benefit Big Easy

Inauguro oggi una nuova rubrichina – si, sono un vulcano di idee ultimamente. ^.^
Love at first try? servirà per raccontarvi di quei prodotti che ho avuto modo di provare per un periodo limitato – ma non troppo – di tempo, sui quali mi sono fatta una prima idea ma che non ho provato abbastanza a lungo per scrivere una vera e propria recensione.
La rubrica parte con il racconto del mio primo incontro con Big Easy, prodotto neo-arrivato in casa Benefit Italia.
Big Easy è descritto come un perfezionatore del colorito, una sorta di CC Cream, "bigger than a BB" come riportato sulla confezione, che trovo molto carina, come sempre quando si parla di Benefit. E' un prodotto che permette di riequilibraqre le diverse zone del viso, secche o grasse che siano, e che dona uniformità all'incarnato, nasconde le imperfezioni e ha una texture particolarissima.
Fonte

martedì 18 marzo 2014

Serial Addicted – Nashville

Ho iniziato a guardare questo telefilm principalmente per noia ma già dopo un paio di puntate mi sono appassionata ed è stato un piacevole appuntamente settimanale - su Fox è terminato a fine gennaio e io sono un'infame e ve ne parlo solo ora.
Fonte
Le protagoniste principali di Nashville sono Rayna Jaymes e Juliette Barnes due star della musica country molto diverse tra loro: Rayna è una super star della musica country la cui carriera inizia ad avere qualche inghippo, mentre Juliette è la star del momento, la stella emergente. Le loro vite si intreccieranno tanto sul palco quanto nella vita reale. 
Le interpreti sono Connie Britton e Hayden Panettiere, entrambe con due voci davvero notevoli.
Non è uno di quei telefilm per cui non dormi la notte ma è comunque molto piacevole.
Voi lo avete seguito?

Avon – Anew Clinical Eye Lift, duo gel/crema contorno occhi

Qualche anno fa ho passato una fase di curiosità estrema per i prodotti Avon, complice il fatto che una ragazza che conosco era diventata presentatrice.
Tra le cose che ho acquistato c'è anche il contorno occhi Anew Clinical Eye Lift.

Pro: sia gel che crema si assorbono in fretta
Contro: affidarsi a una presentatrice Avon per l'acquisto, nessun effetto particolare, la crema è terminata eoni prima del gel.
Prezzo: 31,00€ per 10 ml + 10 ml di prodotto, però è spesso in super sconto.
Voto: 5 e mezzo

Ho iniziato a utilizzare il contorno occhi Anew Clinical Eye Lift Avon circa un anno fa. Mi è durato talmente a lungo da meritarsi la fascia di prodotto infinito lo scorso ottobre. Credo che anche un prodotto di mio gradimento mi avrebbe in qualche modo annoiata se fosse durato così a lungo, vi lascio immaginare quanto mi abbia stancata questo contorno occhi visto che non mi ha nemmeno entusiasmata.
Il Clinical Eye Lift Avon è un contorno occhi in formato duo: da una parte un gel per la zona sopraoculare, dall'altra una crema per la zona sottoculare.

lunedì 17 marzo 2014

Io non ti voglio tiiiii pretendo – Dr. Scholl

Oggi vi propongo un oggetto del desiderio insolito, niente trucchi, rossetti, blush o ombretti, ma comunque un accessorio beauty.
In visto dell'arrivo della bella stagione – arriva vero? Sta arrivando? - vorrei canticchiare con voi per un marchingegno che nei mesi scorsi ho bellamente ignorato ma di cui solo ora intravedo il potenziale.
Un bel “io non ti voglio tiiiiii pretendo” per il Velvet Soft del Dr. Scholl.
Fonte
Fonte
Il Velvet Soft Dr. Scholl è un roll professionale che serve per levigare e sistemare le zone ruvide e antiestetiche che si formano sui nostri piedi, per rimuovere pelle secca e callosità ottenendo - dicono - i risultati di una pedicure professionale.

sabato 15 marzo 2014

Movie-aholic - Saving Mr. Banks, La Grande Bellezza, Hysteria e Hansel e Gretel Cacciatori di Streghe

Quando non riesco ad andare al cinema devo ringraziare Sky On Demand se riesco a togliermi qualche voglia cinematografica - Sky On Demand ti amo, non lasciarmi mai!
Così è stato nell'ultimo periodo: settimane e weekend piene di impegni, stanchezza e assenza di compagnia mi hanno tenuta spesso lontano dalle sale cinematografiche ma sono comunque riuscita a gustarmi qualche film.
Ecco il risultato:
Saving Mr. Banks
Una sorta di film nel film, Saving Mr. Banks racconta la storia di come Walt Disney (Tom Hanks) cercò di convincere P.L. Travers (Emma Thompson), autrice di Mary Poppins, a cedergli i diritti d'autore per farne un film. 
Una commedia che riesce ad essere anche emozionante e coinvolgente, senza mai cadere nel melodrammatico, che indaga a fondo sulla storia che c'è dietro a Mary Poppins e all'interpretazione che ha voluto darne Walt Disney. 
Merita di essere visto anche solo per l'interpretazione di Emma Thompson. 
Voto: 8 e mezzo
La Grande Bellezza
Fonte
Subito dopo la notte degli Oscar e la consacrazione di Sorrentino quei volponi di Canale 5 hanno pensato di trasmettere La Grande Bellezza - farcendola di settordici mila pubblicità come da copione. Non avendolo ancora visto e non avendo trovato il dvd disponibile in videoteca mi sono rassegnata a guardarlo in televisione. La Grande Bellezza è un film non convenzionale e non commerciale, che difficilmente credo che possa piacere all'italiano medio - non linciatemi ma così è, secondo me. E' un film sulla bellezza - appunto - quella che si trova nelle piccole cose e che spesso non vediamo. E' un film su un'Italia in qualche modo decadente che non riesce a vedere al di là del suo naso, tra feste e cocktail, e che non da spazio ai giovani. E' una rappresentazione purtroppo del nostro Paese. E' un inno d'amore a Roma. 
L'ho trovato un film difficile, inizialmente mi ha lasciata perplessa ma poi mi ha fatto riflettere, tanto che il mattino dopo, appena alzata, ho ricominciato a pensarci. 
Vorrei rivederlo senza le quintalate di pubblicità.
La fotografia e i pochi dialoghi/monologhi del film sono davvero notevoli. 
Voto: 8 e mezzo
Hysteria
Ho recuperato di recente questo film che mi era sfuggito quando è uscito al cinema.
Racconta la storia - rivisitata - dell'inventore del primo vibratore, un mezzo che all'epoca, ci troviamo nella Londra del 1880, era utilizzato per curare l'isteria femminile.
L'ho trovato davvero divertente, senza essere volgare, su un argomento che di volgarità ne avrebbe potuta avere tantissima!
Una storia curiosa raccontata con grande ironia.
Poi posso dire una cosa: le donne dell'epoca gliel'avevano fatta alla grande a tutti quei dottorini anti-emancipazione femminile! ;-)
Voto: 8
Hansel e Gretel Cacciatori di Streghe
A ben guardarla la locandina diceva già tutto...
Fonte
Il mio commento potrebbe riassumersi in una frase: per fortuna non ho speso un euro per vedere questo film! Prendere una bella favola e farcitele di esagerazioni hollywoodiane, armi, combattimenti e tamarrate varie ed eventuali.
Questo film è il risultato.
Voto: 4
Avete visto qualcuno di questi film o qualcosa di interessante da suggerirmi? 

venerdì 14 marzo 2014

Tentativo di nail art #3

Ci sto prendendo gusto... a rifilarvi i miei pocci versione unghie.
Oggi vi racconto del mio ultimo tentativo di nail art, dove la parola “nail art” è da intendersi come un vero e proprio eufemismo.
Detto questo credo anche che questo sia un ambito dove oltre a un certo talento naturale, anche la pratica può aiutare a migliorare e a creare cosine decisamente sfiziose.
Appurato che io di talento naturale non ne ho una briciola mi limito a continuare a provare e riprovare, prima o poi una certa manualità arriverà!
In onore dello spiraglio di sole che ogni tanto invade queste grigie giornate, ho voluto riprodurre una cose del genere sulle unghie: uno spiraglio di colore che spicca tra uno smalto neutro.
I miei fidati compagni di pocci sono stati:


giovedì 13 marzo 2014

Pupa – Navy Chic Matic Stylo in Taupe e Wisteria

Mi ero ripromessa che avrei guardato giusto la palette e i rossetti della nuova collezione Navy Chic di Pupa per la primavera 2014.
E invece ho portato a casa due ombretti in stick, l'avreste mai detto?!

Pro: ottima durata, colori luminosi, texture
Contro: edizione limitata
Prezzo: 14,00€ prezzo consigliato ma spesso i prodotti Pupa si trovano scontati, io li ho pagati 11,00€ l'uno
Voto: 8 e mezzo

Gli ombretti in stick sono uno dei miei punti deboli – magari avercene solo uno!! - perchè li trovo pratici e comodissimi per i trucchi veloci che durante la settimana sono costretta a fare se non voglio arrivare in ufficio con ore di ritardo.
Quando ho visto circolare on-line le prime immagini della collezione Pupa Navy Chic mi ero però ripromessa che avrei dato un'occhiata a palette e rossetti, tralasciando gli ombretti.
Una volta di fronte all'espositore però a incuriosirmi sono stati i Matic Stylo, ombretti in stick dalla formula gelée, effetto fresco: li ho swatchati e.... meraviglia delle meraviglie, ne sono rimasta folgorata!

mercoledì 12 marzo 2014

Eisenberg Paris – J'Ose e L'Art du Parfum

Eisenberg Paris è un marchio che, fino a poco tempo fa, non conoscevo.
E' un brand di alta profumeria, molto prestigioso, noto per i suoi prodotti in ambito skin-care e per le sue fragranze originali e seduttive. La collezione di profumi Eisenberg, L'Art du Parfum, è una vera e propria collezione contemporanea, dove arte e profumo convivono.
Tra i profumi che compongono la collezione L'Art du Parfum io vorrei parlarvi di J'Ose:
Prima di tutto mi sembra doverosa una breve introduzione sull'idea che c'è dietro la volontà di fondere arte e profumo.
Josè Eisenberg, fondatore del brand, scopre l'arte da ragazzo, se ne appassiona e inizia a viverla quotidianamente. Prima di tutto nei suoi uffici, vere e proprie gallerie d'arte poi anche attraverso i suoi profumi, legando l'arte al profumo.
La molla definitiva per creare questa meravigliosa collezione è scattata dopo l'incontro con il pittore brasiliano Juarez Machado.
Da quel momento Eisenberg decide di voler trascrivere visivamente le sue emozioni olfattive: ogni sua fragranza è quindi raffigurata da una pittura che ne traduce l'emozione.
Arte non solo intesa come dipinti: ogni fragranza è anche descritta con una misteriosa poesia di poche righe.
La collezione L'art du Parfum, di cui fa parte J'Ose, raccoglie, tra fragranze maschili e femminili, 13 Eau de Parfum e 2 Eau Fraiche.
Se avete un attimo guardatevi lo spot, che è una meraviglia:

martedì 11 marzo 2014

Revlon – Just Bitten Kissable Balm Stain in Honey e Crush

Ultimamente sono totalmente in fissa con i prodotti Revlon (avete qualche suggerimento per me?), mi piacerebbe provare diverse cose e pian piano qualcosa è venuto a casa.
Se a questo unite il fatto che ogni volta che vedo un matitone per le labbra, qualcosa mi si sconfinfera... beh potete già immaginare come sia andata a finire! Quando Revlon è uscita con la sua proposta i Revlon Just Bitten Kissable Balm Stain, sapevo che li avrei cercati per provarne almeno uno. Che col tempo sono diventati due.


Pro: idratanti, non seccano le labbra, facili da applicare, non sbavano, durata medio/buona.
Contro: poche colorazioni a disposizione.
Prezzo: circa 10,00€ l'uno, dipende un po' da dove lo si acquista.
Voto: 8 e mezzo

I matitoni Revlon Just Bitten Kissable Balm Stain sono rossetti ibridi: hanno la coprenza di un rossetto, regalano il confort di un balsamo labbra e hanno la tenuta di una tinta – o quasi. Era una premessa troppo tentatrice per non indurmi a comprarne almeno uno.
Con il tempo sono diventati due in realtà. 



lunedì 10 marzo 2014

Io non ti voglio tiiiii pretendo – Rimmel

C'è un genere di prodotto per le labbra per il quale mi sentite canticchiare spesso, sono i matitoni, effetto balsamo ma colorati. Li adoro.
Soprattutto con l'arrivo della bella stagione li trovo pratici da usare e confortevoli.
Quando ho visto le immagini della nuova collezione Rimmel in collaborazione con Rita Ora, Color Rush Lip and Nail, non ho potuto resistere e un'arcinota musichina ha attaccato le prima note...
Fonte

sabato 8 marzo 2014

A good book is a good friend - “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale

Ho acquistato questo libro d'impulso, subito attratta dalla copertina e ancora di più dalla trama.
"Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare." (Trama tratta dal sito La Feltrinelli).

L'ho letto poco prima della fine dell'anno e l'ho trovato il libro perfetto al momento perfetto. 
Il periodo delle feste è spesso, per me, malinconico. Sarà tutto quel tirare le somme dell'anno passato, di quello che è stato e di quello che non è stato, di quello che si è guadagnato e di quello che si è perso per strada.
Leggere di Chiara e del suo esperimento dei dieci minuti fa capire che basta poco per cambiare, basta solo la volontà di farlo: sperimentando cose nuove ogni giorno si esce da quella chiusura mentale che spesso ci preclude esperienze positive e belle.
Davvero consigliato!
Voto: ****

Vi lascio con alcune citazioni tratte dal libro che mi hanno colpita particolarmente:

"Le va di fare un gioco?

Per un mese a partire da subito, per dieci minuti al giorno, faccia una cosa che non ha mai fatto.
Una qualunque.
Basta che non l'abbia mai fatta."

"Si diventa così sordi, quando la paura di perdersi supera la voglia di trattenersi"

"A tutte le cose che gli altri fanno al posto nostro, per noi: dobbiamo essergliene grati?

Anche se quelle stesse persone, mentre ci sollevano da un'incombenza, ci tolgono la possibilità di un'esperienza. 
Colpa loro? A volte.
Colpa nostra? Sempre.
[...]
Quando fanno qualcosa per noi, gli altri ci consegnano o in realtà ci tolgono un'occasione? Chi lo sa.
Non lo sappiamo noi, che affidiamo quel qualcosa agli altri.
Non lo sanno gli altri, che fanno quel qualcosa per noi.
[...]
Perchè in effetti il meglio della vita sta in tutte le esperienze interessanti che ancora ci aspettano: con il gioco dei dieci minuti lo sto imparando."

"E se li mollassimo amore mio?
"Chi?"
"L'io e il tu. Se ci aprissimo al noi?"

"Quanto è assurda la vita quando non tocca a noi"

"Perchè nelle infinite semplificazioni con cui crediamo di metterci in salvo e dentro cui invece ci perdiamo, c'è una cosa, una soltanto, che non può venirci dietro, che non possiamo ingannare.

Questa cosa è il tempo.
Che è qualcosa di pochissimo, se siamo felici.
E' qualcosa di tantissimo, se siamo disperati.
Comunque sta lì.
Con una lunga, estenuante, miracolosa serie di dieci minuti a disposizione."

E con il racconto di speranza e di miglioramento personale di Chiara auguro a tutte voi buona festa della donna!

venerdì 7 marzo 2014

Voglio quel vestito! - Oscar 2014

Dopo aver visto, nel post di ieri, gli strafalcioni stilistici di questa 86° edizione degli Oscar, oggi vi propongo una carrellata di look che ho trovato particolarmente azzeccati.
Devo dire che quest'anno ho notato un aumento di vestiti eleganti e raffinati rispetto all'anno scorso, più abiti lineari ed eleganti. Per quanto riguarda il make-up invece un piattume non indifferente, con qualche rara eccezione. 
Gli abiti che mi sono piaciuti di più sono stati quelli di:
Cate Blanchette
Fonte
Secondo me Cate ha invertito gli abiti: nonostante trovo che questo sia un bell'abito, promosso, non è paragonabile alla meraviglia che indossò ai Golden Globe

giovedì 6 marzo 2014

Ma cosa ti sei messa?!? - Oscar 2014

Come ormai tutte voi saprete, domenica scorsa, il 2 Marzo, si è svolta la 86° Cerimonia degli Oscar! Da amante del cinema quale sono devo dire che è l'evento cinematografico che aspetto maggiormente, sia per vedere a chi andranno le statuette sia per vedere vestiti, make-up e acconciature delle star del momento. 
Ogni cerimonia degli Oscar che si rispetti però è caratterizzata da diversi scivoloni 
(no Jen non sto parlando di te)
Si, anche quest'anno è inciampata.
Si, io la amo sempre di più.
Fonte
parlo di scivoloni stilistici.
Anche quest'anno non è stato da meno, ecco i look che mi hanno fatto strabuzzare gli occhi e dire "ma cosa ti sei messa?!!?"
Julie Delpy
Fonte
Non mi piace affatto la parte superiore del vestito che credo infagotti molto. Peccato perché è un abito di Jenny Packham che in genere propone vestiti bellissimi! 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...