Lettori fissi

sabato 16 maggio 2015

BBC not another BB Cream but a Blogger Book Club - #12 Stoner di John Williams

Nuovo appuntamento con il nostro BBC, Blogger Book Club, l'occasione mensile per discutere insieme a Saretta di Bitter Sweet Me e ad Alex di Shopping a tutto tondo di una lettura comune.

La lettura di questo mese è stata un mio suggerimento.
Era un libro che mi è stato consigliato da diverse amiche e di cui avevo letto diverse recensioni, tutte positive.
Ormai erano diversi mesi che continuava a stazionare nella mia wishlist di prossime letture, Alex e Sara hanno colto volentieri l'invito a leggerlo insieme e quindi eccoci qui!
Stoner
William Stoner ha una vita che sembra essere assai piatta e desolata. Non si allontana mai per più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato, mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita, per quasi quarantanni è infelicemente sposato alla stessa donna, ha sporadici contatti con l'amata figlia e per i suoi genitori è un estraneo, per sua ammissione ha soltanto due amici, uno dei quali morto in gioventù. Non sembra materia troppo promettente per un romanzo e tuttavia, in qualche modo, quasi miracoloso, John Williams fa della vita di William Stoner una storia appassionante, profonda e straziante. Come riesce l'autore in questo miracolo letterario? A oggi ho letto Stoner tre volte e non sono del tutto certo di averne colto il segreto, ma alcuni aspetti del libro mi sono apparsi chiari. E la verità è che si possono scrivere dei pessimi romanzi su delle vite emozionanti e che la vita più silenziosa, se esaminata con affetto, compassione e grande cura, può fruttare una straordinaria messe letteraria. È il caso che abbiamo davanti. (Dalla postfazione di Peter Cameron). 
La vita di William Stoner è riassunta nelle primissime righe del romanzo, un'introduzione che sarebbe bastata a frenare la lettura e la scrittura stessa dal romanzo. Invece da quelle poche righe riassuntive si articola il racconto di una vita essenziale, ma mai banale.
E' un libro di una semplicità disarmante, che allo stesso tempo racchiude un'eleganza e una storia piena e appagante. Una lettura diversa dal solito che mi ha stupita positivamente, lasciandomi il ricordo di una bella lettura.
Capisco ora chi me lo ha consigliato tante volte, Stoner è la storia di una vita umana nella sua semplicità, articolata in tutti i suoi aspetti, anche quelli più statici, ma che soprendentemente non annoia mai.
Voto: 9

Prezzo: 17,50€ - edizione speciale 19,50€
Prezzo e-book: 9,99€
Consigli per gli acquisti: io ho limitato le spese prendendo la copia che ho letto in prestito in biblioteca, in libreria però esiste una versione rilegata speciale che starebbe benissimo nella mia libreria!
Ranking di gradimento: un libro che vi stupirà, un vero must have!

Anticipazione BBC (not another BBCream but a) Blogger Book Club #13:
La lettura proposta per il prossimo appuntamento è un suggerimento di Saretta, di un autore che conoscevo già ma di cui ho letto molto poco in passato. Per la prossima lettura il titolo selezionato è Cortesie per gli ospiti di Ian McEwan.

2 commenti:

  1. Ciao Giulia
    effettivamente è un libro che racconta una vita normale. Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però la racconta in modo eccezionale, secondo me!
      Un bacione cara!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...