Lettori fissi

sabato 17 ottobre 2015

Movie-Aholic – Quel momento imbarazzante, Posh e Butter

Diciamolo piano ma sembra che mi sia rimessa in carreggiata con la visione di qualche film, soprattutto a casa per ora ma conto di riprendere presto anche con il mio cinema settimanale!
Dopo un paio di mesi in cui vedere film è stata quasi un'utopia, ho finalmente ritrovato un pò il ritmo giusto!
Quel momento imbarazzante
Avrei voluto vederlo al cinema l'anno scorso perché non si dice mai di no a una commedia con Zac Effron ma non ne ho avuta l'occasione.
Ho recuperato grazie a Sky qualche settimana fa.
L'ho trovata una commedia piacevole, non brillante o epica se volete, ma comunque un film che regala due ore leggere. Con tre protagonisti maschili temevo cadesse nel volgare ma invece l'ho trovata volgare al punto giusto, ho visto ben di peggio.
Se avete voglia di leggerezza in una serata invernale con divano e copertina (e Zac Effron), potrebbe essere uno dei film da tenere in considerazione.
Voto: 7
Posh 
Come per Quel momento imbarazzante, anche Posh lo avevo notato quando è uscito al cinema ma non ho fatto in tempo ad andare a vederlo. 
La trama ruota intorno al Riot Club e ai 10 studenti che possono farne parte, coloro che dopo aver studiato ad Oxford "diventeranno delle fottute leggende". 
Tratto dalla pièce teatrale The Riot Club, Posh racconta di una confraternita formata da individui appartenenti a una upper class spocchiosa e snob che prende le distanze dalla borghesia, disprezzata e derisa. Ai poli opposti ci sono Miler e Archer, due nuove matricole, due ragazzi completamente diversi entrambi selezionati per entrare a far parte dell'esclusivo club: mentre Miles è di mentalità aperta e fidanzato con Lauren studentessa che viene dalla disprezzatissima scuola pubblica, Archer è il più snob tra gli snob e odia quella borghesia "che vorrebbe essere come noi".
Quello che emerge durante la visione del film è che l'esclusiva confraternita non fa altro che mascherare degrado e violenza, con lo scopo ultimo di proteggere la cosiddetta élite.
Ho trovato particolarmente azzeccati il cast (bravi i tre attori maschili principali) e le location.
Voto: 7
Butter
Fonte

Un signor cast per una commedia che in Italia non sia nemmeno uscita al cinema ma è passata direttamente alla televisione. Ho selezionato questo titolo, tra quelli proposti da Sky Cinema, incuriosita principalmente proprio dal cast: Hugh Jackman, Jennifer Garner, Olivia Wilde, Ashley Greene, insieme a Alicia Silverstone, Ty Burrell (Phil Dunphy di Modern Family per i più) e Kristen Schaal (che per me ormai è Carol di The Last Man on Earth), chi non sarebbe stato incuriosito? 
Butter è una parodia delle primarie democratiche tenutesi in America nel 2008, nel film però la corsa non è alla presidenza bensì al titolo di miglior scultore di burro. A scontrarsi sono Laura, donna competitiva e ambiziosa, moglie dell'ex campione di sculture di burro, e Destiny, una bambina di 10 anni in affidamento a una famiglia del posto. 
Una commedia non particolarmente brillante e che chi non vive il background americano che pervade il paese durante le primarie forse fatica anche a trovare divertente. 
Voto: 6

Il ritmo nella visione dei film c'è, adesso direi che è ora di fare scelte più azzeccate visto che nessuna delle tre pellicole di cui vi ho parlato oggi è stata memorabile! 

2 commenti:

  1. posh non mi attirò molto quando uscì..le altre due posso pensare di vederle xD l'ultima mi incuriosisce ^^

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Butter non lo conoscevo finchè non l'ho beccato su Sky! Nessuno dei tre è memorabile ma tutti e tre sono poco impegnativi e si fanno guardare, per una serata leggera!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...