Lettori fissi

mercoledì 15 giugno 2016

Spendi&Spandi takes New York - What & Where eating in NYC (in collaborazione con Miki in the Pinkland)

Continua la collaborazione con la cara Miki di Miki in the Pinkland, ormai la nostra destinazione fissa del mercoledì è sempre lei, la Grande Mela!
Prima o poi io e Miki affronteremo la realtà e ci renderemo conto che ormai siamo tornate in Italia da un po' ma... non è oggi quel giorno! XD
Oggi continuiamo a raccontarvi le nostre esperienze a New York, la città di cui entrambe siamo innamorate, oltre a essere stato il posto che ci ha fatto incontrare dopo tanti anni di amicizia virtuale.
Il post di questa settimana è incentrato sulle nostre esperienze culinarie.
Mangiare in una grande città può e deve essere un'esperienza a tutto tondo, non ci si può ridurre ai soli fast food o alle pallide imitazioni del cibo a cui siamo più abituati, altrimenti ci si priva di una bellissima esperienza. 
Raccontandovi e consigliandovi io e Miki speriamo di potervi offrire un nuovo punto di vista oltre che una eventuale lista di posti in cui mangiare se capiterete per New York.
E' bastata una manciata di giorni a New York per permettermi di racimolare diversi posti che consiglierei a occhi chiusi a chi è in partenza per la Grande Mela!
Magnolia Bakery
Fonte
Era una delle tappe che più desideravo concretizzare.
La colpa era soprattutto di una delle mie migliori amiche che per anni mi ha raccontato di come i cupcake di Magnolia Bakery fossero eccezionali rispetto anche al cupcake più buono mangiato in Europa.
Non volevo crederle... ma mi sono dovuta ricredere.
Assaggiate il Red Velvet Cupcake o, se siete golosi ma non volete strafare, concedetevi due/tre mini cupcake di diversi gusti.
Shake Shack
Era una delle “esperienze” che volevo fare a New York e vi ho già raccontato che è stata una piacevole scoperta.
Un fast food di qualità, con prezzi contenuti e cibo più che buono.
Il McDonald gli spiccia casa.
Chelsea Market – The Lobster Place
Il Chelsea Market merita di essere una delle tappe di qualunque itinerario a New York, non solo per il cibo ma anche per la splendida location.
Qui potrete trovare cibo in grandi quantità e varietà, per qualunque tipo di tasca.
Visto che noi eravamo in luna di miele ci siamo viziati con un pranzetto giapponese, non economico ma delizioso, al The Lobster Place.
Babbo
Fonte

Regalo di nozze delle mie testimoni, nonostante qualche inghippo logistico, non posso che consigliare Babbo ai più nostalgici della cucina italiana.
Mangerete si cucina italiana, ma raffinata e di qualità, con abbinamenti sorprendenti, in una location deliziosa.
Per una cena romantica.
Ellens Stardust Diner
Sarà per turisti.
Sarà pacchiano.
Ma se siete amanti dei musical lo adorerete.
Da Ellens Stardust i camerieri sono provetti attori e attrici in attesa di sfondare a Broadway, vi serviranno il vostro tipico (e buonissimo) hamburger americano cantando le più famose canzoni dei musical.
Il tutto in un locale anni '50. 
Una spettacolo di cena con lo spettacolo incluso.
  
Tra i diversi posti dove abbiamo mangiato durante i nostri cinque giorni a New York questi sono stati quelli che mi hanno fatto venire voglia di poterci tornare o di condividerli con chi è in partenza.
Ora corro a leggere i consigli di Miki (e i vostri, se vorrete lasciarmene nei commenti), le liste su New York non sono mai abbastanza e mai abbastanza lunghe! 

10 commenti:

  1. Il Mc Donald gli spiccia casa... Hai vinto! :))

    RispondiElimina
  2. Shake Shack semplicemente lo adoro *___*

    Nily ♥ cipriacioccolato.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio buono, ne avevo sentito parlare bene e devo confermare, assolutamente!

      Elimina
  3. Ellen Stardust sarà la prima tappa in cui andrò *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà bellissimo Foffy, se vuoi da turista ma io l'ho adorato! *.*

      Elimina
  4. I primi tre li condivido anche io... E la prossima volta voglio mangiare l'aragosta al The Lobster Place.
    Ellen Stardust sembra davvero sfizioso e comunque è una cosa diversa, da provare.
    Babbo non lo conoscevo, ma perché noi non siamo stati nostalgici mancopegniente XD
    Io non la voglio affrontare la reltà... uffa! ç__ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, nemmeno iooooooo! :(
      Babbo è stato un regalo molto apprezzato devo dire, ma noi siamo stati in giro 3 settimane e ammetto che un po' di nostalgia culinaria iniziava a farsi sentire...

      Elimina
  5. Da amante del musical mi devo segnare Ellens Stardust... che poi va a finire che mi metto anch'io a ballare e cantare sui tavoli! :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...