Lettori fissi

venerdì 22 luglio 2016

Grand Canyon in 10 scatti

Dopo aver abbandonato quel breve tratto di Route 66 che ci ha accompagnato in questo nostro on the road, abbandoniamo i centri abitati per immergerci nella Kaibab National Forest, direzione Grand Canyon.
Mai avrei pensato che il Grand Canyon mi avrebbe fatto l'effetto che mi ha fatto.
A chi mi chiede qual'è il posto che mi ha stupito di più di tutto il viaggio, dopo averci pensato un attimo, rispondo sempre lui, il Grand Canyon.
Dove ci si sente grandi e minuscoli contemporaneamente.
Dove si comprende l'età del Mondo.
Di tutti i posti che abbiamo visto durante il nostro viaggio questo è quello che dovete vedere con i vostri occhi.
Tutti dovrebbero.
L'immensità del Grand Canyon è inimmaginabile e riempie gli occhi.
Nessuna immagine è davvero capace di rendere lo spettacolo della natura che vi si palesa davanti.
Per arrivare al South Rim da Williams, si attraversa la Kaibab National Forest.
I suoi cartelli stradali gialli sgargianti, riportanti alci, cervi e cerbiatti, non potevano che attrarre l'attenzione della sottoscritta.

Una volta pagato l'ingresso al parco, si ricevono una pratica cartina e una mini guida del Grand Canyon, riportante anche le linee di autobus che permettono di spostarsi gratuitamente all'interno del parco, le aree di sosta e le zone dove poter mangiare o parcheggiare, o trovare tutti gli altri servizi del parco. 
La prima tappa del nostro tour all'interno del Grand Canyon è stato il Mather Point, il punto panoramico più comodo se prima volete passare a raccogliere qualche informazione al Visitor Center. La vista è quella che vedete e toglie il fiato. 
Autoscatto alle nostre ombre, sempre al Mather Point.
Un selfie di pura avanguardia! 
Vedete quel "rigagnolo" che sembra scorrere placido e tranquillo sotto tutte le differenti (e ben visibili) stratificazioni delle rocce circostanti? Ecco quello è il Colorado River, tanto per darvi un'idea di quanto sia alto il Grand Canyon. 
Felici di incontrare qualche pucciosissimo scoiattolino?
Il parco è piano di cartelli di avvertimento che tolgono ogni pucciosità a questi simpatici roditori! 
La natura è la protagonista indiscussa e non smette di stupire con la sua capacità di adattarsi all'ambiente circostante.
Nessuna macchina fotografica o immagine panoramica potrà mai contenere l'immensità del Grand Canyon. 
Nelle aree di sosta sparse per il parco ho fatto il mio primo incontro con le famose cassettine di distribuzione dei giornali, così tipicamente americane che sembravano finte. 
Dopo due notti al Grand Canyon la nostra partenza era prevista all'alba. Nonostante la partenza un po' di corsa verso la tappa successiva, ci siamo presi qualche minuto per salutare il Grand Canyon al sorgere del sole.
Lo spettacolo era impagabile. 

Qualche informazione pratica:
- l'ingresso al Grand Canyon ha un costo di 30$ a veicolo, ha una durata di 7 giorni ed è valido per entrambi gli ingressi, South Rim e North Rim. 
- è possibile soggiornare all'interno del Grand Canyon in campeggio o in una delle strutture alberghiere presenti nel parco. Lo Yavapai Lodge e El Tovar Hotel sono le due strutture presenti nel South Rim.
- potete fermarvi un giorno come una settimana, dipende dal tipo di vacanza che volete fare. Quando siamo andati noi c'erano tantissime famiglie americane in campeggio qui.
- i trail, percorsi che si snodano per tutti il Parco, hanno diversi gradi di difficoltà e possono essere anche adatti a chi ha zero allenamento alle spalle. L'abbigliamento adeguato però è fondamentale, soprattutto nelle scarpe: buona parte dei percorsi sono praticamente a strapiombo sul Canyon, spesso senza nessuna protezione, le scarpe adatte diventano un elemento di pura sopravvivenza. (Ho visto anche gente in INFRADITO, ma stava chiaramente tentando il suicidio).
- Al Grand Canyon sarete isolati dal mondo. E sinceramente è bello così.
I telefoni non prendono e il wifi funziona solo nelle hall degli hotel.
- Se arrivate di sera o la mattina molto presto, attenzione alla guida. Le strade sono attraversate dagli animali che fanno come se fossero a casa loro... visto che sono a casa loro e gli ospiti siete voi!
- dicono che il ristorante El Tovar Lodge Dining Room sia uno dei ristoranti con la vista più bella d'America. Se deciderete di investire in una cena qui ricordate di andare quando c'è ancora luce, che il biglietto valga lo spettacolo!
- il Grand Canyon ha due ingressi, il North Rim e il South Rim, a circa 4 ore di macchina di distanza. Sappiate che il North Rim è chiuso durante i mesi invernali a causa delle nevicate, generalmente è aperto da metà maggio a metà ottobre, controllare quindi bene sul sito prima di pianificare il vostro viaggio. 
- il Grand Canyon, in alcuni punti è profondo più di 1800 metri. Milleottocentometri. O.O
- se cercate la famosa Grand Canyon Skywalk, la celebre passerella sospesa nel vuoto beh... non la troverete qui! La sua ubicazione esatta è questa, a 370 km dall'ingresso Sud del Grand Canyon e a 200 km da Las Vegas. 

10 commenti:

  1. Solo guardando le tue foto manca il fiato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una vista che dal vivo emoziona davvero tanto!

      Elimina
  2. Dev'essere uno spettacolo veramente stupendo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato molto emozionante, più di quello che mi aspettavo!

      Elimina
  3. Ci sono stata in viaggio di nozze con un'escursione di mezza giornata in elicottero da Las Vegas, ma forse vale più la pena farla in macchina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ci abbiamo fatto due notti arrivando in macchina e dormendo dentro il parco, rifarei tutto ma aggiungerei l'escursione in elicottero che secondo me completa l'esperienza!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...