Lettori fissi

venerdì 7 ottobre 2016

Los Angeles in 10 scatti

La città degli angeli.
La città del cinema.
Non poteva non essere una tappa del nostro viaggio di nozze.
Devo dire che però, in fase di organizzazione del viaggio, diverse persone hanno smontato i miei piani, sconsigliandomi di passare più giorni a Los Angeles.
Per questo motivo, la nostra permanenza a Los Angeles è stata lapidaria: meno di 24 ore, nell'attesa di prendere un volo notturno che si avrebbe portati ai Caraibi.
Quindi sveglia la mattina presto e via andare, il tempo è poco e bisogna sfruttarlo al meglio!
Dopo pochi minuti per strada si può già confermare una cosa: spostarsi in auto a Los Angeles è un incubo! Tanti lavori in corso, tantissimo traffico così una distanza minima diventa quasi irraggiungibile!
L'altro stereotipo che viene subito confermato è molto più piacevole:
Altissime palme, cielo terso e sole splendente.
E torna il buonumore!

Nel tentativo di raggiungere il centro siamo passati vicini all'aeroporto, tanto vicini da ritrovarci – quasi – con un aereo sopra la testa.
Il primo obiettivo della nostra giornata è stata la celebre Hollywood Walk of Fame.
Per una volta sono partita sprovvista di cartine e trovare alcune delle stelle di Hollywood non è stato facile. Facendo un po' di ricerca online last minute ho poi scoperto alcune cose che mi hanno completamente smontato: prima di tutto le star di Hollywood non ricevono la loro stella solo per meriti ma a quanto pare devono essere loro a richiedere che venga valutata la loro candidatura, ci sono poi una serie di clausule che fanno sì che ci sono attori e attrici più che meritevoli che non hanno la loro stella sulla Walk of Fame (De Niro per esempio, o Leonardo di Caprio, Brad Pitt, Clint Eastwood, Julia Roberts o Sean Connery).
Passeggiare su questa celebre strada è stato comunque molto “da film”, per caso ne è uscita una foto che mi piace tantissimo.
Da grande appassionata di cinema non potevo fare una capatina veloce al Dolby Theatre, celebre teatro che ogni anno ospita la cerimonia degli Oscar.
Anche in questo caso l'impatto è stato strano, non è per niente come me lo aspettavo: è un palazzo multipiano con alcune sale cinematografiche e... un centro commerciale.
La vista dalla terrazza è questa:
Al momento della nostra visita la città ospitava l'evento cinematografico TCM Classic Film Festival
Le strade era tappezzate di cartelloni pubblicitari di questo e dell'imminente uscita della nuova stagione de Il trono di spade.
La seconda tappa del giorno è stato proprio il famoso Hollywood Sign.
Dal centro città appare piccolissima all'orizzonte, per vederla meglio è necessario  spostarsi.
L'ultima tappa cittadina non poteva che essere ispirata alla regina delle commedie, Pretty Woman! E così destinazione Rodeo Drive!
Anche in questo caso l'impressione non è stata proprio delle più rosee: tanto cemento per una via fatta di cemento, con qualche palma, tante vetrine, e tante marche irraggiungibili.
Però le vetrine erano curatissime e invogliavano a scattare fotografie.
Poi, passeggiare per Rodeo Drive canticchiando la celebre canzone di Pretty Woman era praticamente d'obbligo! Certo se solo avessi avuto la carta di credito di Edward Lewis...

Qualche piccolo consiglio:
- vista l'impressione generale dedicherei a Los Angeles massimo 2 giorni e solo nel caso in cui vogliate entrare agli Universal Studios.
- vale invece una giornata intera la zona sul mare: Santa Monica e Venice Beach sono deliziosi e proprio come li vediamo nei telefilm. Per gli appassionati delle serie televisive ci sono tante altre location da vedere e potrebbe essere divertente creare un itinerario ad hoc (ne parliamo meglio al prossimo appuntamento)
- per vedere più da vicino il famoso Hollywood Sign impostate sul navigatore il seguente indirizzo: 3000 Canyon Lake Drive Hollywood. 
- Los Angeles è estremamente dispersiva, decidete in anticipo cosa desiderate vedere.
- il traffico è davvero pazzesco come dicono, considerate quindi che gli spostamenti saranno più lunghi di quello che dovrebbero essere. 

6 commenti:

  1. Nemmeno io sapevo che le star dovessero candidarsi personalmente per avere la loro stella sulla Walk of Fame! Comunque i tuoi post a tema viaggio mi piacciono sempre tantissimo :D

    RispondiElimina
  2. non sapevo della candidatura personale per la famosa stella, che tristezza dai xD una delle tante città in lista LA prima o poi...

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scoperto anche io girovagando in rete!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...