Lettori fissi

sabato 19 novembre 2016

A good book is a good friend – “A volte ritorno” di John Niven

Scovato passando da una recensione all'altra sul sito di una libreria online, A volte ritorno mi ha subito attratto per la sua spiccata ironia, per l'originalità della storia raccontata e perché sapevo che sarebbe riuscito a strapparmi più di una risata.
A volte ritorno
Dopo una vacanza di qualche secolo Dio è tornato in ufficio, in Paradiso, e per prima cosa chiede al suo staff un brief sugli ultimi avvenimenti. I suoi gli fanno un quadro talmente catastrofico - preti che molestano i bambini, enormità di cibo sprecato e popolazioni che muoiono di fame... - che Dio si vede costretto a rimandare giù il figlio per dare una sistemata. JC (Jesus Christ) gli dice: "Sei sicuro sia una buona idea? Non ti ricordi cosa è successo l'altra volta?" Ma Dio è irremovibile. Così JC piomba a NY, dove vive con alcuni drop-out e ha modo di rendersi conto in prima persona dell'assurdità del mondo degli uomini. E cerca, come può, di dare una mano. Il ragazzo non sa fare niente, eccetto suonare la chitarra. E riesce a finire in un programma di talenti alla tv. Un gran bel modo per fare arrivare il suo messaggio a un sacco di gente. Ma, come già in passato, anche oggi chi sta dalla parte dei marginali non è propriamente ben visto dalle autorità. (Trama tratta dal sito ibs.it)
L'idea dietro a questo libro è, a dir poco, geniale.
Chissà che faccia farebbe Dio se davvero tornasse a buttare un occhio sulla Terra dopo una vacanza e si rendesse conto di come siamo messi.
A volte ritorno offre grandi spunti di riflessione sia sulle condizioni del pianeta Terra, sia sul ruolo della religione, sia sull'incapacità di dare amore e amicizia e lo fa con un idea dissacrante, a tratti quasi blasfema, ma allo stesso tempo incisiva, divertente e, a tratti, commovente.
Una storia che tocca argomenti attuali e importanti, riuscendo a far riflettere ma facendo anche ridere (dove invece di sarebbe da piangere).
Voto: ****
   
Ora sono molto curiosa di leggere qualche altra opera di questo autore irriverente e divertente!

4 commenti:

  1. La storia mi sembra davvero molto originale! :)

    RispondiElimina
  2. Mi hai incuriosito non poco... Ottima idea anche per un regalo di Natale visto l'argomento :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...